Project Description

Molise

Trekking nel Molise

L’altrove…La regione che non c’è (Domenico Cuppari)

La vista di castelli arroccati sui crinali dei monti, attorniati da presepi, rapiscono il viandante, causano estraniamento, provocano una sorta di naufragio, nelle terre dei sanniti, rivivendo le gesta delle tribù che sconfissero le Legioni Romane.
Il Molise, ci offe quanto di primitivo e selvaggio, contiene utensili insoliti che suscitano curiosità, abitudini di vita, costumi, folclore, il viaggiatore, si tuffa in una natura incontaminata, selvaggia, che non conosce l’affanno dell’uomo, è colpito, atterrito, impressionato, dal paesaggio con i paesi che precipitano a cascata lungo i costoni dei monti, fiumi e torrenti – votati a trasformare l’orografia del territorio.
Il nostro viaggio, scopre l’anima del popolo, che nell’incontrarci è profondamente turbato e commosso; sempre più forte diviene il bisogno di immergersi nei lembi estremi di una natura selvaggia in cui abitano comunità semplici, “ ingenui”, il viaggio in Molise diventa così materia di esperienza indispensabile allo scambio culturale, occasione di formazione umana, di dominio del mondo e di sistemazione del proprio io. Borghi antichi, dove ritrovare il profumo della vita rurale.
Si riscoprono il gusto della lentezza, i segni delle antiche civiltà sannitiche, i tratturi, le forme di un paesaggio che accompagna, con dolcezza, il viaggiatore. In tarda estate inizio autunno è uno dei momenti più belli per visitare l’Alto Molise, addentrandosi in zone dove la presenza dell’uomo si fa discreta, i colori, un’occasione per immergersi nel paesaggio può essere la dimora rurale, dove scorgere i tracciati antichi dei tratturi e i binari della Transiberiana Italiana, (linea ferroviaria costruita alla fine dell’Ottocento per collegare le aree appenniniche, attraversando montagne e foreste), la tradizione che diventa un patrimonio collettivo da conservare e tramandare, riscoprendo il calore vero dell’ospitalità.

“E di notte com’era calmo e lucente il lago, simile a una striscia d’argento, sotto le finestre del palazzo, alla luce della luna piena, mentre il vecchio castello gettava lunghe ombre sul paese addormentato.” (Edward Lear).
Dopo l’Aspromonte “incontriamo” il viaggiatore inglese Edward Lear anche nel Molise. Tra il 1842 e il 1846 percorse infatti l’Abruzzo e il Molise. Abbiamo iniziato a proporre questo trekking nel 2016 su richiesta da parte di nostri amici camminatori francesi. Abbiamo così scoperto un territorio ricco di storia, di ospitalità e di bellezze ambientali. Vi proponiamo quindi un trekking che vi porterà alla scoperta di una delle regioni più piccole d’Italia, dove ancora oggi sono visibili le antiche vie dei pastori più ampie del mondo (111 metri), i Tratturi, vie per le greggi ma dove fluivano anche la cultura e l’economia e che hanno profondamente plasmato questo territorio. Vuoi per il valore delle sue bellezze, paesaggi, stili di vita, stile letterario ormai mancante in un mondo frenetico che ti porta a rincorrere l’informatica e l’informato, per questa o quella sottile ironia che gli darà autentica fama nei sentieri del viaggiatore inglese.

Durata del Trekking: 8 giorni / 7 notti.
Periodo: Maggio-Giugno, dalla fine di Agosto ad inizio Ottobre
Numero partecipanti: minimo 8 / massimo 16
Soggiorno itinerante: Il soggiorno è itinerante ed è previsto presso B & B a Capracotta, B&B e/o masseria ad Agnone, Case dell’ospitalità a Lupara. Trattamento di pensione completa.
Escursioni E: si tratta di un trekking non estremo, ma è tuttavia indicato per coloro che sono abituati a camminare dalle 5 alle 8 ore al giorno.
Cosa portare: scarponi da trekking collaudati e alti alla caviglia, abbigliamento comodo per camminare, zaino anche di tipo scolastico poiché il bagaglio sarà trasportato dall’organizzazione durante tutti i transfert da una struttura ricettiva all’altra; pronto soccorso personale.
Viaggio: arrivo e partenza in Aereo Pescara o Napoli Capodichino. In Treno stazione di Vasto o Napoli Afragola
Punti forti: i Tratturi, l’Ospitalità della comunità locale e i prodotti caseari.
Sono previsti dei momenti di musica e balli tradizionali.

Contattateci per richiedere il programma dettagliato e/o personalizzato: info@naturaliterweb.it / naturaliterweb@gmail.com
Referente: Domenico Cuppari 349 5030212

PRENOTA IL TUO ITINERARIO