Project Description

Etna

Parco dell’Etna

“Vulcaniche emozioni siciliane”

“tutto è incantato, e stentiamo a credere di essere ancora sulla terra…”(Patrick Brydone ).

Introduzione: Abbiamo iniziato a proporre questo trekking nel 1998. Camminando a piedi abbiamo scoperto che attorno al grande vulcano si estende un ambiente unico e impareggiabile, ricco di suoni, profumi e colori. Un comprensorio dal paesaggio incantevole.

L’Etna non è soltanto il vulcano attivo più alto d’Europa (3.350 mt), ma una montagna dove sono presenti colate laviche recenti, in cui ancora non si è insediata alcuna forma di vita, e colate antichissime su cui sono presenti formazioni naturali di Pino laricio, Faggio e Betulla. A quote più basse si alternano querceti e castagneti incisi sui fianchi della montagna, frutto della secolare attività dell’uomo, terrazzamenti in cui vengono coltivati pereti, meleti, vigneti, noccioleti e pistacchieti di qualità particolarmente apprezzata. Vi offriamo l’opportunità di conoscere da vicino questo spettacolo davvero unico della natura, dal paesaggio lunare, inconsueto, emozionante, camminando su una montagna di lava antica e recente, e sullo sfondo il mare e la sua splendida costa occidentale siciliana, da Siracusa a Taormina.

Arrivo e partenza: stazione Fs o Aeroporto di Catania

Durata del Trekking: 8 giorni / 7 notti.

Periodo: da Maggio ai primi di Luglio; da fine Agosto alla metà di Ottobre.

Ore di cammino: dalla 5 alle 7 ore al giorno.

Le camminate: due sono le camminate abbastanza impegnative ovvero la salita ai crateri sommitali e l’escursione sul versate Nord che porta alla grotta del gelo, per il resto non ci sono particolari difficoltà anche se si consiglia qualche escursione di allenamento prima di partire per il trekking.

Bagaglio: tutti i trekking, prevedono a carico nostro l’organizzazione del trasporto delle valigie da una struttura all’altra, consentendo di camminare tutti i giorni con zaino leggero.

Soggiorno: in B&B e Hotel

Vitto: in ristoranti tipici e Hotel con cene a base di prodotti tipici, i pranzi al sacco saranno da noi curati a base di prodotti locali.

Contattateci per richiedere il programma dettagliato e/o personalizzato: info@naturaliterweb.it

PRENOTA IL TUO ITINERARIO

Monti Sicani

Sicilia Centrale (da Nord a Sud)

Monti Sicani tra rilievi carsici e dune di sabbia
(Piana degli albanesi; Corleonese; Palazzo Adriano; Agrigento; Selinunte)

“Munti cù munti non s’ìncontrunu mai, ma frunti cù frunti si “

Introduzione: la Sicilia è una delle più belle Regioni italiane per il patrimonio ambientale, storico, naturale e paesaggistico che vanta a livello internazionale. I monti Sicani, situati al Centro/Sud dell’isola, lo rappresentano a pieno titolo, nonostante ai più risultino sconosciuti. Naturaliter propone con successo questo trekking avviato nel 2005. Da allora ogni anno organizziamo almeno un trek all’anno in questa area. E’ possibile prevedere una giornata turistica ad Agrigento e/o Selinunte.

I monti Sicani sono un vasto comprensorio a cavallo delle province di Agrigento e Palermo, in buona parte costituito da una fascia altocollinare intervallata da vasti pianori occupati da seminativi, incolti, pascoli. La zona montana vera e propria (oltre gli 800 metri) è caratterizzata da pareti rocciose a strapiombo, costituite in maggioranza da gessi e stratificazioni antichissimi, in alcuni casi risalenti a 250 milioni di anni fa. Abbastanza numerosi i rilievi oltre i 1000 metri (Rocca Busambra, 1613 m) e i complessi altorocciosi che ai visitatori infondono la sensazione di trovarsi nelle zone più aspre e desolate della Spagna piuttosto che in Sicilia. Tra le sei riserve naturali presenti segnaliamo: Monti di Palazzo Adriano (paese ove è stato ambientato il famoso film: “Nuovo Cinema Paradiso”), Valle del Sosio, Rocca Busambra e Bosco della Ficuzza. Altre importanti riserve naturali, come Serre di Ciminna, creano una delle più importanti reti ecologiche siciliane, in intima connessione con il Parco delle Madonie e le riserve della fascia costiera.

Durata del Trekking: 8 giorni / 7 notti.

Arrivo e partenza: dalla stazione FS o aeroporto di Palermo.

Periodo: da Aprile ai primi di Giugno; da Settembre a Ottobre.

Le camminate: adatte a chi pratica l’escursionismo. Sono camminate che richiedono allenamento fisico, soprattutto Rossa Busambra (per lunghezza e dislivelli).

Bagaglio: tutti i trekking prevedono l’organizzazione del trasporto delle valigie da una struttura all’altra a carico nostro consentendo di camminare tutti i giorni con uno zaino leggero.

Soggiorno itinerante: in rifugio a Ficuzza; in 2 hotel (Palazzo Adriano e sulla costa agrigentina).

Vitto: le cene saranno consumate in rifugio e negli hotel. Sono previsti i pranzi al sacco per le escursioni giornaliere.

Contattateci per richiedere il programma dettagliato e/o personalizzato: info@naturaliterweb.it

PRENOTA IL TUO ITINERARIO

Monti Iblei

Sicilia sud Orientale
Monti Iblei …..altopiano, cave ed archeologia

(Noto; Palazzolo Akreide; Ragusa; Modica)

“Cu’ coli puisia vegna ‘n Sicilia”

Introduzione: a completamento delle proposte di treks in Sicilia, Naturaliter propone questo trekking avviato nel maggio del 2008. Gole fluviali, aree archeologiche, muretti a secco che sono un elemento dominante del paesaggio fanno di questo territorio un patrimonio storico rurale di notevole valenza e unicità. Senza trascurare la presenza del Mar Jonio!

I Monti Iblei sono una catena collinare localizzata nella parte sud-orientale della Sicilia, compresa tra le province di Ragusa, Siracusa, e Catania. Le città appartenenti al territorio degli Iblei, sono: Modica, Ragusa, Comiso, Vittoria, Chiaramonte Gulfi, Scicli, Avola, Ispica, Palazzolo, Noto, Vizzini, Licodia Eubea, Mineo, Sortino, Buccheri, Buscami, Ferla e Cassaro. Il complesso montuoso è costituito da un massiccio calcareo con rocce di tipo calcareo bianco conchilifero che sono state erose dallo scorrere dei fiumi formando numerosi canyon profondi. Il nome deriva dal Re siculo Hyblon, che regnava in questi luoghi e che concesse una porzione di territorio ai greci per erigere Megera Iblea. Tra il VI ed il VII secolo d.C. gruppi di abitanti delle coste della Sicilia, forse minacciati da saccheggi o spinti dalla crisi, decisero di trasferirsi sui Monti Iblei e ingrandirono antichissime tombe scavate nella roccia sin dall’Età del bronzo, per trasformarle in villaggi rupestri con appartamenti e chiesette: i villaggi bizantini. Uno di questi luoghi “Pantalica”, per il suo aspetto facilmente difendibile, è stato sempre scelto come rifugio. Sin dal XIII secolo a.C. si stabilirono qui popolazioni indigene all’arrivo di nuovi immigrati italici (Siculi, Ausoni e Morgeti) e qui rimasero isolati anche i Siculi quando i Greci, a partire dal VII secolo a.C., fondarono le colonie in Sicilia e occuparono le aree costiere. Nel 480 a.C. i Siracusani costruirono un acquedotto, tutt’oggi perfettamente funzionante, che capta acqua dal fiume Calcinara e la trasporta fino a Siracusa, mentre nei primi anni del 1900 si decise di far passare per la Valle dell’Anapo la ferrovia a scartamento ridotto che doveva collegare i centri urbani iblei con Siracusa. Nella parte centrale dell’altopiano i boschi interrompono la maglia regolare dei muri a secco tipici di tutta la punta sud-orientale della Sicilia. L’area litoranea invece, più antropizzata, alterna alle colline terrazzate semicoperte da macchia mediterranea, l’altopiano a campi chiusi con enormi distese di ulivi e carrubi, vigneti e agrumeti. Durante i secoli l’opera di dissodamento dei mezzadri del luogo, ha creato una maglia di muretti a secco di notevole fattura.

Arrivo e partenza: da Catania stazione FS o aeroporto.

Durata del Trekking: 8 giorni / 7 notti.

Periodo: da Marzo ai primi di Giugno; da fine Agosto a Ottobre. Da non perdere la varietà delle fioriture primaverili! In estate (fino ad ottobre) possibilità di fare il bagno, sia lungo i fiumi che al mare.

Numero partecipanti: da minimo 15 a massimo 32

Soggiorno: in 2 hotel

Vitto: le cene, a base di prodotti tipici, saranno consumate in hotel. I pranzi al sacco saranno da noi curati.

Bagaglio: tutti i trekking, prevedono l’organizzazione del trasporto delle valigie da una struttura all’altra a carico nostro consentendo di camminare tutti i giorni con uno zaino leggero.

Le camminate: adatte a chi pratica l’escursionismo, seppur non particolarmente faticose. Si snodano su sentieri segnati e frequentati, alcuni mantenuti dalla Forestale; all’interno di Riserve Regionali.

Contattateci per richiedere il programma dettagliato e/o personalizzato: info@naturaliterweb.it

PRENOTA IL TUO ITINERARIO

Show Cooking

Show cooking e walking

Nei luoghi del Commissario Montalbano!

Modica e d’intorni.

Un mix di camminate e corsi di cucina siciliana, per conoscere, degustare e meglio apprezzare i colori, profumi e sapori di una terra antica, forte, generosa e volenterosa. Sono inoltre previste delle visite a centri storici del Barocco siciliano e presso rinomate aziende agricole con degustazioni. Una full immersion nella Sicilia modicana tra cave, archeologia, boschi, distese di ulivi, agrumeti e soprattutto mare!

Programma di massima 2018 (7 giorni/6 notti)
Prima settimana di Dicembre

In coincidenza con “ChocoModica”, la rassegna enogastronomica dedicata al cioccolato artigianale, che si svolge nella splendida cornice del centro storico di Modica nel corso della prima settimana di Dicembre.

1° giorno:appuntamento in mattinata all’aeroporto di Catania. Trasferimento a Modica. Sistemazione presso B&B. Cocktail del Benvenuto. Visita guidata alla città. Cena e pernottamento.

2° giorno:breakfast. Trekking: Cava di Ispica. Camminata ad anello di circa 4h. (facile). Pic-nic. Rientro a Modica.
Ore 16: Corso di cucina
Obiettivo: preparazione sugo di carne e realizzazione maccheroncini e ravioli di ricotta e maggiorana.
Attività: i partecipanti conosceranno quali sono le materie prime per fare un buon sugo di carne, impareranno quali sono gli ingredienti, le dosi e la tecnica dell’impasto di pasta all’uovo, come realizzare a mano maccheroncini e ravioli.
Cena ciò che è stato preparato + antipasto e dolce.

3° giorno: breakfast. Mattinata: Scicli e “i luoghi del Commissario Montalbano” Seguirà visita a “gli Aromi”, con degustazione.
Obiettivo: percorso conoscitivo sugli aromi mediterranei: piante aromatiche ed officinali.
Degustazione a base dei prodotti dell’orto. Rientro a Modica. Cena e pernottamento.

4° giorno: breakfast. In mattinata camminata di circa 3h nella Riserva di Vendicari (sul mare), osservazione avifauna. Pic-nic. Transfer a Marzamemi sosta visita; seguirà rientro a Modica. Ore 15: Corso di cucina
Obiettivo: realizzazione degli arancini
Attività: preparazione di tutti gli ingredienti necessari e del procedimento. I partecipanti impareranno come si prepara il riso e gli altri ingredienti per la farcitura; come manipolarlo per fargli assumere la classica forma dell’arancino; ed effettueranno i passaggi finali prima della friggitura.
Cena: con arancini caldi ed altri rustici.

5° giorno: breakfast. Mattinata visita a Palazzolo Acreide e Ragusa Ibla. Rientro a Modica.
Ore 16: Corso di cucina- laboratorio di cioccolato modicano.
Obiettivo: realizzazione di una tavoletta di cioccolata modicana.
Attività: i partecipanti conosceranno le materie prime, la provenienza e la storia del cioccolato modicano; imposteranno la pasta cacao insieme alle varie spezie e aromi, fino a farli diventare “tavoletta”. La durata sarà di circa 2 ore, e saranno prodotte almeno due tipi di cioccolata. Cena e pernottamento.

6° giorno: breakfast. Mattinata: Visita turistica a Noto (Capitale del Barocco Siciliano). Pranzo presso la cantina “Buonivini” con degustazione prodotti locali, e vini.
Attività: visita guidata alla Tenuta: i vitigni di nero d’Avola e Moscato bianco, che compongono i vini Santa Cecilia DOC, Passito di Noto DOC, e Moscato di Noto. Sarà effettuata una selezione di olii extravergine di oliva “Planeta”. Inoltre, i partecipanti prepareranno un aperitivo a base di prodotti locali, accompagnato da una degustazione di 4 vini. Durata: 3 h. Rientro a Modica. Nel tardo pomeriggio visita ad un laboratorio in Modica per assistere alla dimostrazione della preparazione del cannolo siciliano. Cena e pernottamento.

7° giorno: breakfast. Transfer a Catania. Fine dei servizi.
Note: la partenza dall’aeroporto di Catania non dovrà avvenire prima delle ore 14:00.

Contattateci per ulteriori informazioni e per richiedere il programma definitivo: info@naturaliterweb.it

PRENOTA IL TUO ITINERARIO

Peloritani/Nebrodi/Madonie/Cefalù

Attraversata Peloritani/Nebrodi/Madonie fino a Cefalù
“Trekking senza zaino pesante in spalla sulle Vette siciliane”

“Campi di granu bruciati do suli, unni lassai ‘u primo amuri.(da canzone popolare Sicilia antica)”

Introduzione: Abbiamo iniziato a proporre questo trekking nel 2004. All’inizio avevamo “trascurato” i monti Peloritani ma da qualche anno andando in giro per scoprire le montagne “sullo Stretto di Messina” ci ha colpito lo straordinario panorama che si gode da una delle cime di questa catena montuosa. Abbiamo così ideato una attraversata delle Vette siciliane per poi concludere nelle splendide acque del mare che bagna la bella Cefalù! Sono almeno 2 i trekking che organizziamo ogni anno in questo “paradiso” della Sicilia con molta soddisfazione da parte dei nostri camminatori.

I sistemi montuosi più elevati della Sicilia, escludendo l’Etna, con cime che sfiorano i 2000 metri di altitudine, sono localizzati nella parte settentrionale e costituiscono una dorsale abbastanza continua che da Messina si estende fino a Cefalù. In seno a questa catena possono essere distinti tre complessi principali: Peloritani, Nebrodi e Madonie. Di natura geologica varia e diversificata essi rappresentano la diretta prosecuzione della dorsale appenninica italiana. Una sfilza di monti, quindi, che dalla punta più a Nord dell’isola fin oltre Palermo, precipitano nel mare. Boschi e superbe vallate si rincorrono a perdifiato in questa Sicilia totalmente diversa dalla Sicilia bianca ed arida del Meridione. Piccoli e graziosi borghi arroccati e ricchi di storia, campi di grano baciati dal sole, panorami straordinari ed unici, prodotti tipici “eccezionali” e la maestosa Cattedrale di Cefalù fanno da cornice a questo splendido paradiso.

Arrivo: aeroporto di Catania o stazione FS di Messina

Partenza: é consigliabile l’aeroporto o la stazione FS di Palermo.

Numero partecipanti: minimo 12, massimo da 32.

Ore di cammino: dalle 5 alle 7 ore al giorno.

Le camminate: tutte le tappe giornaliere sono di media difficoltà con alcuni dei percorsi ben segnati e mantenuti e altri meno. Si consiglia qualche escursione di allenamento prima di partire per il trekking. Tuttavia qualora si volesse saltare qualche escursione è possibile visitare dei graziosi borghi o rilassarsi al fresco dei monti.

Bagaglio: tutti i trekking, prevedono l’organizzazione del trasporto delle valigie da una struttura all’altra a carico nostro, consentendo di camminare tutti i giorni con uno zaino leggero.

Durata del Trekking: 8 giorni / 7 notti.

Periodo: dalla metà di Aprile ai primi di Luglio; da Settembre a Ottobre.

Soggiorno: in agriturismo, case dell’Ospitalità Diffusa, albergo sulle Madonie e a Cefalù.

Vitto: in agriturismo, ristoranti e albergo con cene a base di prodotti tipici, i pranzi al sacco saranno da noi curati a base di prodotti locali. Sono previste delle degustazioni di salumi prodotti dal suino nero dei Nebrodi

Optional: a richiesta visita o escursione alla “Riserva dello Zingaro”.

Contattateci per richiedere il programma dettagliato e/o personalizzato: info@naturaliterweb.it

PRENOTA IL TUO ITINERARIO

Sicilia Nord Occidentale

Sicilia Nord-Occidentale trapanese
(Scopello, San Vito lo Capo, Mozia, Erice, Castellamare del Golfo, Marsala, Mazara del Vallo)

mix di cammini su panoramici picchi collinari, e itinerari costieri, per scoprire una provincia ricca di risorse naturali, paesaggistiche, e storico-culturali tra le più identitarie della Sicilia.

“ …ricinu chi passa di notti supra un cavaddu jancu. Ricinu chi lu mantu russu cumogghia lastimi e chiantu. Lu senti lu stralasciu ? La senti la cialoma ? Vitu passa di notti, na li strati di sta terra, pì li strati di Mazara “ – detto popolare dedicato a san Vito martire.

Emergenza botanica: Palma Nana, che insieme alla Palma di Vaì (Creta Est), rappresentano le uniche palme endemiche europee.

Durata: 7 giorni / 6 notti (non prolungabili).

Periodo: da Pasqua a metà giugno – da fine agosto a ottobre

Iscrizioni: minimo 15/max 16 partecipanti

Mobilità: con due pullmini Naturaliter da 8 posti con autista

Soggiorno stanziale: a Scopello, o location limitrofa

Servizi: pulmini con autista a disposizione h24; trasferimenti, guide escursioniste Naturaliter e guide Turistiche locali autorizzate dalla Regione Siciliana, ove previsto; alloggio B&B; cene con menu tipici locali; pic-nic con prodotti locali.

Aeroporto di riferimento: Trapani Birgi, oppure Palermo “Falcone Borsellino”

Programma camminate
1- Riserva Naturale Orientata di Monte Cofano
2- Riserva Naturale Orientata dello Zingaro
3- Monte Monaco ( S.Vito lo Capo)
4- Monte Sparagio o Pispisa

Programma visite turistico-archeologiche
Segesta, Mozia, saline di Marsala, Marsala, Erice, Mazara del Vallo, Castellammare del Golfo. Grotta Mangiapani (Cornino).

Contattateci per richiedere il programma dettagliato: naturaliterweb@gmail.com
info@naturaliterweb.it

PRENOTA IL TUO ITINERARIO